Ampliare l’offerta dei caffè nella tua attività: le tipologie di caffè più richieste

Ampliare l’offerta dei caffè nella tua attività: le tipologie di caffè più richieste

Ampliare l’offerta di bevande e di caffè nella nostra attività è sicuramente un buon modo per creare una clientela abituale nonché caratterizzare il proprio nome affinché possa attrarre anche il mercato di nicchia.
Perché quindi fermarsi ad un espresso? Sul mercato esistono diverse varianti di questa bevanda. Andiamo a scoprire quali sono!

Il marocchino. Da non confondere con il cappuccino, il marocchino non è diretta conseguenza del caffè ma del bicerin, la storica bevanda torinese. La preparazione si pone tra le più semplici: il cioccolato fondente si mischia con il latte montato, andandosi a sposarsi in maniera perfetta con il sapore deciso del caffè espresso. Non dimenticare però di servirlo in tazza grande.

Il cappuccino. Tutti lo conosciamo e, di certo, non devo descriverti gli ingredienti della bevanda che consuetudine vuole si consumi tutte le mattine. È da ricordare però come il cappuccino non sia altro che una ricetta che come tale deve essere trattata, rispettando le dosi. 25 ml di caffè espresso e 100 ml di latte montato a vapore sono tutto ciò che ti serve per soddisfare i tuoi clienti. Magari anche con l’art coffee.

Il caffè americano. Non ti sto consigliando di offrire ai tuoi clienti il caffè americano. Ma se il tuo bar è frequentato anche da turisti stranieri, il caffè americano è un ottima arma per invogliarli a frequentare la tua attività.

Il caffè corretto. Prendendo ispirazione dal bicerin, il caffè corretto rappresenta sicuramente la controparte invernale. La tazza calda assieme ad un buon brandy d’annata può rappresentare un buon connubio per concludere al meglio la giornata.

Il caffè d’orzo e il caffè al ginseng. Non hanno molto in comune con il caffè ma, in realtà, sono due bevande di grande diffusione. Il caffè d’orzo è un invenzione italiana e generalmente viene servito in tazza piccola o grande utilizzando una macchina specifica che rende la bevanda dolce e cremosa. Il caffè al ginseng, invece, ha origini più remote ed esotiche. È una bevanda diffusa soprattutto in Asia, ha un aspetto molto simile al caffelatte e in Italia sta prendendo piede in quanto si dice che doni al corpo dei benefici non trascurabili. Per questa motivazione sarebbe un ottima scelta quello di inserire il caffè al ginseng tra le tue proposte, soprattutto se hai già acquistato una macchina per il caffè d’orzo.

Spero di averti dato dei buoni suggerimenti per l’inizio della tua attività e per incrementare le vendite nel caso in cui il tuo bar fosse già aperto.

Ma come rimediare la macchina per il caffè d’orzo e ginseng? E il caffè macinato grossolanamente per l’americano? A questo ci pensa CRS Caffè.

Per informazioni o per richiedere una consulenz1a gratuita puoi contattarmi qui www.alessandroperetti.it/contatti

Condividi questo post